1 800 - 0452 00 admin@info.com

L’8 marzo con le donne all’infinito !

Locandina UII Federfiori 8 marzo 2021
Lo YOGANANDA ASHRAM di Roma informa che lunedì 8 marzo 2021 in occasione della Giornata internazionale delle donne, l’Unione induista italiana-Sanatana Samgha ha organizzato due iniziative:
– mattina:  con #FederfioriConfcommercio promuove #UnRaggiodisoleperdonnemaipiùSole: omaggio floreale alle ospiti di alcune RSA su tutto il territorio nazionale  in segno di riconoscenza e di valorizzazione.
-pomeriggio dalle 17.00 alle 20.00 sulla pagina Facebook dell’UII: convegno online dal titolo TRADIZIONE ED EMPOWERMENT FEMMINILE NELLA SOCIETA’ DI OGGI.  Consulta il programma su : L’8 marzo con le donne all’infinito.
Due le parole chiave per celebrare questa giornata: mete ed età.
Con la prima ci si interroga su quali siano le mete ancora da raggiungere per la donna nella società di oggi.
Il rapporto tra tradizione e innovazione; quali le sue sorti, in un mondo eraso da una pandemia che sta riportando alla luce criticità e disparità di genere molto profonde.
La seconda parola chiave, “età”, intende dispiegare le ali del discorso su prospettive ampie e universali che affrontino l’essere donna nei passaggi della vita, dall’infanzia fino alla maturità, anche attraverso uno sguardo alle figure femminili tratteggiate nella letteratura.
Perché un ente religioso come l’Unione Induista Italiana dovrebbe occuparsi di questi temi?
La risposta è nella strada che abbiamo percorso riguardo alle tematiche femminili: i convegni degli scorsi anni, infatti, non hanno trascurato di parlare di violenza e di discriminazione, ma hanno anche voluto gettare lo sguardo su ciò che di positivo le donne possono costruire e stanno sperimentando.
L’azione benefica, svolta anche a livello soggettivo, che trasforma se stessi e quindi il mondo è l’insegnamento gandhiano. Nel patrimonio genetico dell’induismo, risiede la concezione della Shakti, l’energia divina femminile, che infonde la vita e risveglia la coscienza; un aspetto questo che si vuole valorizzare, combattendo alla radice il male e tutto ciò che opprime la condizione femminile.
La meta che si intende raggiungere, anche con questi incontri, non è tanto quella di un’affermazione del femminile che si equipari a modelli mainstream di pensiero, di comportamento e di potere meramente maschili, quanto piuttosto la possibilità di vedersi riconosciuta la libertà di essere donne nella ricchezza della diversità; di essere donne e non donne mascherate da uomini!

I commenti sono chiusi.